Il miracolo blu continua

La strada era libera e il miracolo continuava

Nei locali presi in affitto al primo piano della nota impresa di ascensori Stahl nell'antico edificio della "Schlossmühle" di Künzelsau, Günther Ziehl, nel frattempo diventato padre di due figli, Silke e Uwe, insieme al fratello Heinz, padre di quattro femmine, Jutta, Margit, Helga e Karin, ripresero la produzione di motori per ascensori. Un inizio positivo perché l'impresa Stahl era ben consapevole della qualità dei motori ZIEHL-ABEGG. Non a caso ZIEHL-ABEGG fino alla fine della seconda guerra mondiale forniva il 90% circa del fabbisogno tedesco di motori per ascensori. Inizialmente la produzione era limitata a due tipi di motori per ascensori, a cui seguirono i motori a rotore esterno. Sviluppi in altri ambiti erano comunque all'ordine del giorno. La base rimaneva però, come in precedenza, l'invenzione di Emil Ziehl, il rotore esterno, anche per i progetti futuri presso ZIEHL-ABEGG, come per l'impiego per ventilatori, come elemento di azionamento e anche come principio costruttivo nell'ambito della tecnica degli ascensori. L'idea dei fratelli Günther e Heinz di utilizzare i motori a rotore esterno in misura crescente per la tecnica di ventilazione, catturò in particolare la mente di Heinz Ziehl - egli qui fiutò una grande opportunità per avere successo in ampi settori dell'industria della tecnica di ventilazione. Per poter realizzare l'intento del fratello, Günther Ziehl si diede da fare per procurare le necessarie risorse finanziarie e strategie operative. Gli avvenimenti fecero il loro corso e la nuova ascesa di ZIEHL-ABEGG a una delle aziende leader nel settore industriale dei ventilatori, della tecnica di azionamento e di regolazione fu inarrestabile.


Nel 1955 ha inizio la prima fase costruttiva del nuovo edificio destinato a produzione e amministrazione. Inizio dello sviluppo di ventilatori a rotore esterno a Künzelsau.

Nel 1960 ZIEHL-ABEGG conta già di nuovo 600 dipendenti. Viene presentata e pubblicata la prima domanda di registrazione di brevetto per il rotore esterno in versione Ex.

Nel 1965 viene costruita la succursale di Schöntal-Bieringen con nuovi siti produttivi e fondata la consorella - l'azienda ebm - con una partecipazione di 2/3 da parte dei diversi rami della famiglia Ziehl.

Nel 1966 ampliamento dello stabilimento di Bieringen con una fonderia di pressofusione di alluminio caratterizzata da un processo produttivo ad elevata automatizzazione.

Dal 1967 al 1969 ottimizzazione del motore a rotore esterno con pale assiali direttamente incorporate per fusione e motore integrato. Inizio della produzione di dispositivi di commutazione.

Nel 1973 fondazione delle prime filiali di vendita estere ubicate in Svezia, Gran Bretagna ed Italia.

Nel 1980 inizio dello sviluppo di dispositivi elettronici di commutazione, di controllo e di regolazione.

Nel 1985 primi sviluppi di azionamenti EC alimentati dalla rete elettrica.

Nel 1987 introduzione del sistema di gestione qualità secondo DIN EN ISO 9001.

Dal 1991 al 1995 fondazione della succursale Niedernhall su una superficie di 12.000 m² per la produzione di ventilatori radiali. Ampliamento della succursale di Bieringen ad una superficie di 22.000 m². Messa in servizio del sistema di montaggio con tecnica Power & Free per la produzione centrale del programma di ventilatori assiali realizzati in pressofusione. Fondazione dello stabilimento di produzione a Marcali/Ungheria.

Nel 1999 integrazione dell'azienda francese FMV Lamel nel Gruppo ZIEHL-ABEGG.

Nel 2001 ha luogo la trasformazione dell'azienda in una società di azioni di tipo familiare con Uwe Ziehl come Presidente del Consiglio di vigilanza. E, ancora nello stesso anno: I nuovi motori sincroni senza riduttore ZAtop rivoluzionano la costruzione di ascensori.

Nel 2002 messa in servizio del centro di produzione per ventilatori radiali con una superficie di 15.000 m² nel Parco produttivo di Hohenlohe nei pressi di Waldenburg. Negli anni successivi diverse fondazioni di ulteriori filiali di vendita in tutto il mondo (fino a oggi 27).

Nel 2005 fondazione della Ziehl Holding GmbH. Uwe Ziehl, figlio di Günther Ziehl e titolare della Ziehl industrie-elektronik GmbH + Co a Schwäbisch Hall, rileva l'impresa al 100% insieme alla sua famiglia e continua ad essere a disposizione dell'azienda come in precedenza come Presidente del Consiglio di vigilanza. Con la trasformazione in una società per azioni e il supporto decisivo fornito da Uwe Ziehl, la strada è libera per la messa in pratica di numerose nuove idee e visioni presso ZIEHL-ABEGG. Dopo la liquidazione delle filiali di distribuzione comuni con ebm si susseguono le fondazioni di filiali dislocate in tutto il mondo, praticamente al ritmo di una al mese.

Nel 2006 seguono sviluppi straordinari nel campo della tecnologia EC.

2007 ZIEHL-ABEGG Cina, ampliamento della superficie di produzione da 5.000 a 21.000 m²

Nel 2008 segue l'apertura non meno spettacolare del Centro tecnologico visionario InVent nella sede di Künzelsau. Con il banco di prova, unico di quel genere e di quelle dimensioni, si possono eseguire anche misurazioni per la certificazione di apparecchiature di proprietà dei clienti secondo AMCA, DIN, ISO, ecc. Ampliamento dello stabilimento nel Parco produttivo di
Hohenlohe ad una superficie di produzione pari a 27.000 m2. Ingrandimento dello stabilimento in Ungheria a ora 19.000 m2 di superficie produttiva.

Nel 2009 lancio dei ventilatori Vpro-ECblue ultraefficienti e sviluppo del ventilatore assiale unico al mondo con profilo bionico FE2owlet-ECblue, entrambi si collocano sotto i valori limite per l'efficienza energetica previsti dalla norma EuP 2015. Convertitore di frequenza Fcontrol con filtro formatore di onda sinusoidale integrato, a livello mondiale la prima serie per la regolazione di motori a funzionamento parallelo di qualsiasi genere e quantità.

2010 - 100 anni ZIEHL-ABEGG

Una classe a sé - la classe regina

Con le certificazioni "Premium Quality" e "Premium Efficiency" dell'intera gamma di prodotti dell'azienda, ZIEHL-ABEGG impone i massimi parametri in materia di dipendenti e prodotti anche per il secolo a venire.